PUNTATA 4

In onda il 29 Giugno su Rete4 alle 23:50
CLICCA QUI PER VEDERE LA QUARTA PUNTATA

Manuela Achitei

Manuela Achitei, camionista di 38 anni, è fidanzata da alcuni anni con Enrico, vive a Recetto in provincia di Novara ma è originaria di Botosani in Romania. Una donna Inarrestabile sotto ogni punto di vista. Guida i camion da più di 8 anni e carica e scarica la sua merce senza problemi, con il sorriso e mantenendo la sua femminilità.
Manuela è una donna forte e sensibile, coraggiosa e tenace, che dopo tanti sacrifici è riuscita 12 anni fa ad arrivare in Italia per tentare la fortuna e costruirsi una nuova vita. Ha seguito il fratello a Milano, anche lui autotrasportatore, si è presa la patente per la guida dei camion, ha imparato una professione che non era nel suo dna, non si è fatta demoralizzare dalle difficoltà iniziali ed è riuscita con il tempo a costruirsi una professionalità molto apprezzata dalla grande azienda di Milano per cui lavora da molti anni. Una donna che si è messa in gioco - come ha raccontato lei stessa a Berry durante la giornata di lavoro insieme - ha ricostruito la sua vita, ha trovato la sua stabilità ed è riuscita a realizzare il sogno più grande di portare in Italia il figlio Claudio. Per ragioni burocratiche era rimasto in Romania con i nonni da quando aveva solo 4 anni e lei ha fatto i miracoli per riuscire a vederlo almeno 6 volte l’anno. Oggi, finalmente Claudio è con lei, ha 16 anni, studia con successo ed è l’orgoglio più grande di Manuela. Ma la giornata tipo di questa camionista inizia presto, anzi prestissimo come per tutti quelli che trasportano prodotti alimentari. Vediamo come si è svolta la giornata di Manuela con l’ospite a sorpresa Marco Berry: sveglia alle 2.30 di notte, alle 3 appuntamento a Recetto sotto casa della camionista per poi raggiungere l’azienda e iniziare il trasporto di “fresco” (gerco di settore che racchiude tutti i prodotti che richiedono un camion refrigerato), tra la Lombardia e il Piemonte, tra grossisti e supermercati. Marco è rimasto stupito dalla semplicità con cui Manuela fa il suo lavoro senza sentire nessuna fatica né per le sveglia notturna, né per la guida del camion di notte, né per le operazioni di carico e scarico con il muletto. Perché Manuela è così, sempre con il sorriso e inarrestabile nella vita come nella professione, con la forza di una donna che ha lasciato la sua terra per costruirsi una nuova vita.

 

 

Andrea Ferro

Andrea Ferro, classe 1983 è nato a Milano ma vive a Lodi, è preciso, ambizioso, instancabile e sempre in movimento. Un camionista diverso da cliché che caratterizza la categoria. Infatti, non ama questa definizione per la sua professione e preferisce definirsi autotrasportatore. Una differenza, per Andrea, non solo etimologia ma anche sostanziale: un imprenditore del volante. Andrea è fidanzato, ma vive ancora da solo, è appassionato di musica jazz e suona il sax appena ha del tempo libero. Sì, perché Ferro di tempo libero ne ha poco e vive questo lavoro in maniera assoluta. Inizia a lavorare prestissimo come panificatore, ma il suo
sogno nel cassetto fin da bambino non è quello di fare pane e pasticcini, ma quello di guidare un camion. Nel 2004 prende la patente per i mezzi pesanti, compra il suo primo mezzo e inizia così questa nuova avventura come “padroncino” trasformando la sua forte passione per i camion in professione. Così, con il suo primo furgone senza riscaldamento e senza cuccetta, ha percorso le vie d'Europa attraversando Francia, Germania, Svizzera, Austria e Olanda senza mai fermarsi. Nel 2006 acquista la prima motrice nuova, e questo gli permette di crescere e affrontare nuove esperienze lavorative in più settori. Nel 2014 decide di cambiare direzione, diversificare e di acquistare un autoarticolato, uno Scania, il camion che desiderava fin da quando era bambino. E oggi Andrea ha un semirimorchio centinato e uno frigo, trasporta collettame per uno spedizioniere di Milano mentre con il camion frigo trasporta prodotti alimentari e farmaceutici tra Lombardia, Toscana ed Emilia Romagna. La sveglia di Andrea suona sempre alle 2.30 ogni mattina. Andrea è Inarrestabile perché… la sua vita, come il suo camion, è in continuo movimento.